Skip to content

vuoi scambiare il tuo giocattolo con il mio?

6 settembre 2011

vuoi scambiare il tuo giocattolo con il mio?

Biblioteca “le balate”
via delle Balate 4, ALL’ALBERGHERIA, Palermo        

Sabato 8 ottobre 2011, 16.30 / 18,30

PER RISCOPRIRE IL VALORE DEI GIOCATTOLI E DEI LIBRI FUORI DALLE LOGICHE COMMERCIALI E DI MERCATO

SCAMBIARE I GIOCATTOLI E I LIBRI E’ COMUNICARE

 IL BARATTO  E’ PROPOSTO A BAMBINI E BAMBINE DI 4/8 ANNI

                                              REGOLAMENTO

  •  I bambini, accompagnati da un adulto, porteranno un sacco con alcuni giocattoli  e libri che  vorranno scambiare.
  •  Sarebbe bene scegliere giocattoli non troppo grandi, anche molto semplici (una pallina, un animaletto, una macchinina…) non elettronici;
  • Sarebbe bene evitare le armi giocattolo, le bambole barbie,  i  peluches,  in modo che entrino tutti in un sacco non troppo grande.

Per altre info: tel. 3395892473

La proposta di uno scambio di giocattoli tra bambini e bambine di 4/8 anni nasce dal desiderio di recuperare alcuni aspetti fondamentali del gioco e del giocare che oggi purtroppo sono andati perduti, e che hanno un grande valore pedagogico.

L’aspetto relazionale  rende interessante e piacevole il gioco. Nello scambiare le proprie cose, c’è un significato  importante. Gli oggetti (i giocattoli), agli occhi dei bambini non hanno un valore “economico”, come accade per gli adulti, ma sono veicolo di sentimenti di creatività e di condivisione: giocare con una trottolina con il papà, o con un amichetto, può essere molto più significativo che giocare con un importante giocattolo elettronico da soli. Nel primo caso il giocattolo è un ponte per la comunicazione; l’esperienza di un linguaggio comune, intorno a dei gesti semplici, inutili, ma funzionali alla relazione, grazie ai  quali  si crea un clima che avvolge di “bellezza” l’azione ludica.

Scambiare i propri giocattoli vuol dire sentirsi protagonisti di un’esperienza che mette le persone al centro; il giocattolo è un pretesto, ma agli occhi dei bambini è come se assumesse per la prima volta  un valore speciale:  un altro bambino l’ha tenuto in mano, ha giocato con esso;  ha un sapore diverso da quelli acquistati in un centro commerciale.

Il gioco del baratto ha anche un aspetto “culturale”, è un messaggio contro il consumismo dilagante e la commercializzazione del mondo infantile. E’ un’occasione per riflettere sul valore dei piccoli gesti che esprimono sentimenti autentici e sul valore simbolico degli oggetti di cui il bambino ha bisogno per  esprimersi e per comunicare  senza parole. E’ un’occasione per  interrogarsi sui messaggi che certi giocattoli inviano indirettamente ai bambini, orientandoli verso un modo di vedere la realtà e privandoli della loro libertà di “giocare creativamente con le cose” nel tempo della costruzione di un pensiero libero e autonomo.

Francesca Vassallo

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Vincenzo permalink
    10 gennaio 2012 20:40

    Complimenti e bravi….di giornate come questa che avete organizzato c’è ne vorrebbe una ogni settimana ed in ogni luogo, paese o città che sia! Ci avviamo sempre di più ad uno stereotipo di “bambino” perfetto, dettato dalla società e dal consumismo. Speriamo che in futuro i giocattoli non vengano sostituiti integralmente dall’avvento sempre più forte della tecnologia.
    Io sono un papà tecnologico ma nonostante questo i miei bimbi di tecnologia ne vedono ben poca piuttosto gradiscono giocare (e noi gli proponiamo come giochi) con il rotolo di cartone della carta assorbente, i tappi degli omogeneizzati, etc….ed io mi improvviso Cavaliere con la scatola del panettone in testa!
    Riscopriamo la famiglia e lo stare insieme altrimenti non c’è futuro!

  2. luana permalink
    3 febbraio 2012 20:16

    che bella iniziativa, io ho un’amica che ha aperto un baratto, ma purtroppo la gente non capisce e preferisce spendere soldi e arricchire l’italia. da lei vanno soprattutto extracomunitari sarebbe coinvolgere piu’ gente ma come???? noi siamo in piemonte in provincia di novara

  3. amrita permalink*
    4 febbraio 2012 06:57

    Forse semplicemente continuare a proporre…
    Un abbraccio e buon baratto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: