Skip to content

Il sonno dei bambini allattati al seno

20 ottobre 2011

fonte Sanihelp
Molti genitori sono convinti che i bambini se allattati al seno hanno un sonno più frammentato durante la notte rispetto ai bambini allattati con latte formulato: in realtà dopo i primi 6 mesi il profilo del sonno notturno diventa sovrapponibile qualunque sia il tipo di allattamento praticato.

È questo il risultato di uno studio presentato all’American Academy of Pediatrics (AAP) 2011 National Conference and Exhibition.
In questo studio sono state seguite 89 donne madri di bambini allattati esclusivamente al seno e 54 donne madri di bambini allattati con latte formulato.

Nei primi mesi di vita i figli delle donne che allattano solo al seno hanno un maggior numero di risvegli notturni e si svegliano meno spesso nel proprio lettino e fanno più pisolini durante l’arco della giornata; il profilo del sonno tende a divenire del tutto sovrapponibile sia nei bambini allattati al seno che in quelli con latte formulato nel giro di 6 mesi.
Questa studio deve essere un ulteriore incoraggiamento per i genitori per sostenere l’allattamento al seno, poiché non è vero che allattare può influenzare negativamente le abitudini di sonno del bambino.

Annunci
11 commenti leave one →
  1. Rachele permalink
    20 ottobre 2011 15:58

    “Influenzare negativamente le abitudini al sonno”?????
    Rispetto il contenuto scientifico dell’articolo ma i figli non chiedono di essere messi al mondo, ce li mettiamo noi, e poi che crediamo? Che siano bambolotti che stanno lì buoni e rispettino le nostre esigenze (di adulti) di sonno, di uscire quando vogliamo o di qualsiasi altra cosa ci viene in mente?
    I figli andrebbero allattati al seno perché è naturale che ciò avvenga, perché è uno sei piaceri più grandi di una mamma, perché li aiuta a crescere bene e previene moltissime malattie come diabete ed obesità oltre a farli star bene affettivamente (ho scritto “andrebbero” proprio perché se una proprio non vuole e deve odiarlo sto bambino quando vuole il seno è meglio che si astenga dal farlo e gli dia il latte artificiale).
    E penso che se una mamma si astenga dall’allattare perché vuole dormire vuol dire che non ha letto niente in proposito sul sonno dei bambini né sull’allattamento ma tantomeno credo che rassicurarla sul fatto che a 6 mesi tanto, non si dorme lo stesso, non servirà a farla proseguire. I figli si fanno con responsabilità, non è mica obbligatorio e richiedono tanta tanta tanta energia.
    Sarò un po’ brusca ma questo è ciò che penso.

    • amrita permalink*
      21 ottobre 2011 07:50

      Grazie Rachele per il tuo intervento. Ma non tutte le mamme ricevono informazioni corrette e quindi anche uno studio semplice, anche se con conclusioni per noi ovvie, che potrebbero però rassicurare delle altre mamme, è qui benvenuto!

  2. Maria permalink
    21 ottobre 2011 04:38

    Mia figlia ha 23 mesi ed ancora si attacca al seno; la mia personale esperienza è esattamente al contrario di quanto emerge dagli studi: i primi 6 mesi la piccola si addormentava intorno alle 21,30 e molto spesso si risvegliava direttamente alle 7,30, non facendo dunque alcun risveglio intermedio nella notte (allattamento esclusivo). Dal settimo mese in poi, appena abbiamo iniziato il divezzamento, ha iniziato a svegliarsi diverse volte e tuttora la situazione non è cambiata nonostante io abbia provato a non metterla più nel suo lettino e a tenerla con me nel lettone, così come suggeriscono molti esperti di allattamento.
    Peraltro la piccola, non avendo mai preso il ciuccio, si addormenta solo attaccandosi al seno.

  3. amrita permalink*
    21 ottobre 2011 08:01

    ciao Maria, anche i bambini non allattati al seno possono avere diversi risvegli notturni, perchè tante sono le variabili che influiscono.
    La scelta di metterla nel lettone oltre a non aver modificato i suoi risvegli, ti sta bene? la preferisci, Vi ha portato dei vantaggi?

  4. Angel permalink
    25 ottobre 2011 10:22

    Ciao,
    io ho allattato esclusivamente al seno per sei mesi e la piccola ha sempre avuto risvegli notturni (anche 1 ogni ora!).
    Ora ha 20 mesi e si è staccata da sola dal seno a 15 mesi. Non ha smesso di svegliarsi più volte durante la notte. In pratica capita ancora che si svegli ogni ora. Abbiamo provato a comprendere le cause, ma non ne vediamo alcuna. E’ sempre stata così, dal primo giorno a casa. Non credo dipenda dall’allattamento al seno.
    Di fatto la notte dopo qualche ora, al mettiamo nel lettone, per cercare di riposare almeno qualche ora e anche perchè sento che lei vuole il contatto fisico.
    Vantaggi nel dormire tutti insieme? E’ bello sentirsi e svegliarsi insieme, ma si dorme sempre poco: sia nel suo lettino che nel lettone, la piccola dorme irrequieta. Attendiamo con pazienza che escano tutti i dentini!

  5. amrita permalink*
    25 ottobre 2011 10:26

    grazie Angel per la tua testimonianza!

  6. cetti permalink
    26 ottobre 2011 10:15

    era ora che qualcuno lo dicesse a voce alta!!! evviva la tetta!!!

  7. cetti permalink
    26 ottobre 2011 10:22

    anche io allatto la mia piccola Sofia di 9 mesi al seno…nessuna delle due ha intenzione di smettere!! almeno per il momento. dormiamo tutti insieme nel lettone ed è bellissimo, anche se per noi mamme non facilissimo per il sonno perso. ma noi crediamo seriamente in quello che stiamo facendo per nostra figlia. allattare è la cosa più naturale del mondo perchè sacrificarla???? anche lei spesso durante la notte va in cerca della tetta, ma una volta ritrovato il suo nido si rasserena e addormenta subito…ultimamente si sveglia più spesso, ma credo sia dovuto al fatto che non respira bene per un brutto raffreddore e per la fuori uscita dei dentini superiori…e lo dico sempre evviva la tetta!!!!

  8. 6 novembre 2011 06:30

    una bella poesia di Rabindranath Tagore sul sonno dei bambini:

    Nessuno sa di dove viene il sonno
    che aleggia sugli occhi dei bambini?
    Sì. Si dice che abiti laggiù,
    in un villaggio incantato, dove,
    tra le ombre d’una fitta foresta
    fiocamente illuminata dalle lucciole,
    splendidi pendono due timidi fiori.
    Ecco di dove viene il sonno
    a baciare il sonno dei bambini.

    Nessuno sa dove nacque il sorriso
    che ondeggia sulle labbra dei bambini
    che dormono?
    Sì, si dice che un giovane
    pallido raggio di luna crescente
    abbia sfiorato il lembo
    d’una leggera nuvola autunnale;
    e così, nel sogno di un mattino
    bagnato di rugiada, per la prima
    volta nacque il sorriso che ondeggia
    sulle labbra dei bambini che dormono.

    Nessuno sa dove a lungo si nascose
    la dolce e tenera freschezza
    che fiorisce sulle membra dei bambini?
    Sì. Quando la madre era ancor giovinetta,
    la portava nel cuore colmo del mistero
    delicato e silenzioso dell’amore:
    là sbocciò la dolce e tenera freschezza
    che fiorisce sulle membra dei bambini.

    -Da Gitanjali –

Trackbacks

  1. Il sonno dei genitori nella gabbia d’oro « Domodama
  2. La voce della buona notte « Domodama

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: