Skip to content

Tutto è inutile

17 novembre 2011

Forse bisognerebbe comprendere che tutto è inutile, e penetrare questa consapevolezza fino ad impregnarsene completamente.

Inutile come una foglia, un’alba o un tramonto – o un susseguirsi di stelle: allora e solo allora saremmo VIVI. A che servono fiori frutti stelle vento? A nulla: eppure ci sono.

Lasciare cadere: è questo il segreto.

La monaca Chiyono
studiò per anni,
ma non fu capace di trovare l’Illuminazione.

Una notte
stava portando
un vecchio secchio pieno d’acqua.

E mentre camminava solitaria
guardava la luna piena
riflessa nell’acqua del secchio.

Improvvisamente,
la canna di bambù
che sorreggeva il secchio,
si ruppe,
e il secchio cadde a terra.

L’acqua fuggì via,
il riflesso della luna scomparve –
e Chiyono diventò Illuminata.

E scrisse questi versi:

“In un modo e nell’altro
ho cercato di sorreggere il secchio
sperando che il debole bambù
non si sarebbe mai spezzato.

Improvvisamente il sostegno si è rotto.

Non più acqua,
non  più luna nell’acqua,
il vuoto nelle mie mani”

Ecco come ne parla Osho, nella spiegazione del più significativo di questi racconti zen, dal titolo: « Né acqua, né luna ». « Va col vuoto tra le mani, poiché questo è tutto. Questo è il mio dono. Se riesci a portare il vuoto tra le tue mani, allora ogni cosa diventa possibile. Non portarti dietro i tuoi pensieri, la tua conoscenza, non portarti dietro niente di ciò che riempie il secchio, e che non è altro che acqua, perché altrimenti guarderai sempre e solo il riflesso, e nient’altro. Nella ricchezza, nei beni materiali, nella casa, nell’automobile, nel prestigio, tu non vedrai che il riflesso della luna piena nell’acqua del secchio, mentre la luna vera è li, in alto, che ti aspetta da sempre. Lascia cadere il secchio, cosi che l’acqua sfugga via, e con essa la luna. Solo questo ti permetterà di alzare lo sguardo e vedere la vera luna nel cielo; ma prima devi avere conosciuto il sapore del vuoto, devi lasciar cadere il secchio della tua mente, dei tuoi pensieri: non più acqua, né luna. Il vuoto nelle mani».

Lasciamo cadere la luna, perché possa tornare a nuotare, viva nel cielo.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: