Skip to content

La parte più importante della voce

24 novembre 2011

La Siringa, che un tempo aveva l'aspetto di una fanciulla

La voce è suono: desiderio di dire,  di chiamare all’esistenza, di in-vocarla facendola esistere. E’ una forza archetipica, è potenza creativa. Secondo gli antichi egizi il dio Thot avrebbe dato vita all’universo non tramite l’azione del pensiero, ma semplicemente lanciando un grido: proprio come un bimbo che nasce.

La voce è in grado di esprimere ciò che di antico e magico è dentro di noi, ci aiuta a ritrovare le radici arcaiche. Come diceva Demetrio Stratos, «quando una persona parla non sentiamo i suoi respiri che sono invece la parte più importante della voce».  Senza respiro, infatti, non sarebbe possibile alcuna voce, alcun suono.
La ninfa Siringa, inseguita da Pan, chiede agli dei di essere salvata da quella feroce invadenza caprina; e loro, proprio quando il dio è già alle sue spalle e l’abbraccia e le alita sul collo, la trasformano in un ciuffo di canne, così che lui la penetra, sì, ma con il respiro soltanto. Non grida Siringa: si lascia attraversare da quel fiato ansimante e lo sublima nella propria voce. Diventa flauto, e tutto il paesaggio è lacerato da quel suono struggente.
Da allora Pan, ovunque vada, porta con sé quelle canne, che diventano “la parte più importante della sua voce”.
Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: