Skip to content

cibo spazzatura, che fare? i suggerimenti del prof

26 febbraio 2012

Effetti del cibo spazzatura?
Il piccolo Lucio ne è un esempio…
a me fa una gran tenerezza, un pò meno la gente che gli sta intorno 😦
Cosa si potrebbe fare? tassare il cibo spazzatura? ascoltiamo questa intervista

e sul prof. Berrino e sui suoi suggerimenti, può far bene alla salute ricordare 🙂 questa

nota scritta da Daniela Thomas nel 2009

“Stamattina a Palermo alla Biblioteca per bambini e ragazzi le Balate si è svolto un incontro memorabile con il prof. Franco Berrino, direttore del dipartimento di medicina preventiva e predittiva dell’istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori di Milano.

L’incontro era aperto a genitori, educatori, pediatri perché siamo consapevoli dell’importanza della prevenzione; eppure io che sto scrivendo questa nota non avrei mai immaginato la freschezza e la serenità di quest’incontro.

Invece di un luminare austero e verboso, infatti, avevamo davanti a noi un signore dotto ma lieve e gentile vestito di colori pastello, mite persino nella voce che mal sopportava l’amplificazione del microfono, pur necessaria perché eravamo in tanti e l’ambiente della biblioteca è ampio. I libri per bambini tutt’intorno a lui, nella loro allegra semplicità, sembravano contenderselo mentre con garbo ci faceva le sue “raccomandazioni di consapevolezza”:

1- Non sentirsi mai stanchi

2- Riposare bene

3- Essere di buon umore

4- Aver buoni appetiti

5- Avere buona memoria

6- Essere flessibili nel corpo

7- Provare un senso di Giustizia globale e Gratitudine

Niente precetti né regole ferree da seguire ossessivamente, niente nutrizionisti o pasta da pesare: solo l’ascolto, il semplice e immediato ascolto del nostro corpo. Se ci sentiamo stanchi senza una motivazione veramente valida; se non riusciamo a dormire o il nostro sonno non è sereno; se andiamo in giro col muso lungo e le sopracciglia aggrottate contagiando tristezza agli altri; se non abbiamo buoni appetiti (voglia di mangiare, di fare l’amore, di ammirare un dipinto, di ascoltare una bella musica: se insomma non abbiamo interessi che ci alimentino); se non siamo abbastanza flessibili (e qui tutti abbiamo provato, fra le risate, ad abbracciarci da soli girandoci un braccio intorno al collo fino a raggiungere con le dita l’orecchio dallo stesso lato del braccio, con risultati un po’ penosi ad eccezione del prof. Berrino); se non siamo capaci di sederci a tavola godendo del nostro star bene, ringraziando il Buon Dio o anche soltanto la Terra e tutti coloro che hanno lavorato perché il nostro pasto sia possibile – ebbene , allora non siamo in buona salute.

Poche e semplici le cose da fare: limitare le carni rosse, evitare i salumi, equilibrare gli alimenti tra loro recuperando le buone vecchie tradizioni ma anche la saggezza orientale, che ben prima della scienza odierna armonizzava tra loro alimenti yin e yang in modo da evitare eccessi, aumentare il consumo di cereali, legumi e verdure, non eccedere con gli zuccheri, fare la spesa con attenzione, magari immaginando di avere accanto la propria bisnonna ed evitando di comprare tutto ciò che lei non riconosce.

Due i libri consigliati: In difesa del cibo, di Michael Pollan, ed. Adelphi 2009, e Prevenire i tumori mangiando con gusto. A tavola con Diana, di Anna Villarini e Giovanni Allegro, ed. Sperling e Kupfer 2009, quest’ultimo con la prefazione dello stesso prof. Berrino.

Senza dilungarsi troppo sulle ricerche effettuate ormai da anni su centinaia di pazienti, il prof. Berrino ci ha trasferito oggi qualcosa di indicibile: la fiducia in noi stessi, la sensazione che è bello esserci, essere vivi: e ce ne siamo andati grati al cielo di essere là, azzurro, sulle nostre teste, e alla terra di non stancarsi mai di sostenerci…”

Per approfondire il cibo dell’uomo </

Annunci
One Comment leave one →
  1. 27 aprile 2012 12:11

    Povero bambino, che tristezza!! Sono scandalizzata dagli adulti che l’ hanno ridotto un fenomeno da baraccone rovinandogli la salute per sempre!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: