Skip to content

Santi o Antenne?

16 luglio 2012
Condivido con voi un frammento di una mail inviata a Salvatore Rizzuti, l’autore della statua che quest’anno ha rappresentato la patrona di Palermo, Rosalia, al 388° festino, da Joe  De Corcelli:  un allievo di tanti anni fa della Scuola di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Palermo. Joe scrive appunto di questa statua che è, per lui:
… l’immagine perfetta di cosa è una santa, una dea. Una donna che chiede al cielo per dare alla terra, le mani: dammi padre che loro hanno bisogno.
Il racconto non finisce qui. La donna santa non aspetta, quello che vuole è più forte della fede.  Dice: ti ho chiesto di fare bene al popolo, mio cielo, ma se qualche ostacolo non te lo permette, non temere. Ci riuscirò lo stesso, vado avanti…
Riporto qui queste parole così semplici, autentiche e dense: perché sarebbe bello che ognuno di noi potesse continuarle e rispondere alla domanda “che vuol dire Santa?”
Chi è Santo? Le parole di Joe mi colpiscono profondamente, ma io sono laica, anche se la mia sensibilità è certamente improntata alla spiritualità.
Chi è questa donna che chiede al cielo per dare alla terra?
Forse è un’antenna.
Una lunga, sensibile antenna, come quella degli insetti, non come quella della TV.
Un’antenna viva che collega cielo e terra: in se stessa, dapprima.
E poi, se la tessitura fra alto e basso funziona, allora si fa canale, e diffonde ovunque quella ricchezza.
Ognuno di noi potrebbe essere antenna. Invece chiediamo l’intercessione dei Santi, senza capire che loro prima di tutto erano uomini e donne. Anche nella vita di tutti i giorni, chiediamo: ai governatori dello Stato, della città, agli insegnanti, ai genitori, ai figli… chiediamo sempre a qualcun altro di fare ciò che gli compete. Dimentichiamo che la città lo Stato i genitori ecc. siamo NOI, e che a noi stessi dovremmo chiedere piuttosto che aspettarci sempre qualcosa da qualcun altro.
Annunci
2 commenti leave one →
  1. Secondo Piano permalink
    17 luglio 2012 16:57

    Un antenna, un ripetitore di segnale che niente trattiene. Ho solide fondamenta cattoliche ma i piani dove abito li ho costruiti rigettando innanzitutto l’idea che, a prescindere, fossi colpevole di qualcosa già dal primo vagito. Al primo piano ho capito che destra e sinistra, cattolico o no, indicano spostamenti puramente orizzontali, bisognava spostarsi in alto, preferibilmente, o pensare di essere normali e non spostarsi affatto, pensando che sia giusto non farsi carico di responsabilità “democraticamente” affidate ad altri.
    Che poi non è che l’antitesi del pensiero darwiniano che fa di questo adoratore di divinità, uno ad uno, un assembramento di animali chiamati uomini. L’uomo da sempre modifica l’ambiente in cui vive, chi non lo modifica lascia che a modificarlo siano altri, ad oggi citiamo in breve le agenzie di rating, i mercati finanziari, i possessori dell’eccesso a caccia di quel che reputano ancora superfluo nelle vite degli indisponenti. Fatti di “ogni uno”, coscienza. Questi fantasmi operano con lo stesso spirito che usano spesso santi e patroni (torno all’argomento): trattengono tutto quello che arriva e poi, se sei stato bravo e devoto, forse ti fanno passare il raffreddore.
    Da rivedere, credo, la parabola del figliuol prodigo. Secondo piano. Lede chi sempre è stato onesto, ma non fesso, in nome della collettività e potrebbe provocargli dubbi atroci.
    Infine, non costruirò un terzo piano per non danneggiare il panorama al mio vicino, cosa o chi è dio, è quello mio o quello tuo? Quello che esiste in cielo sopra le nostre teste è sicuramente il motivo della nostra esistenza e su questo motivo, valzer rap o Casadei, dovremmo cercare di porre le nostre note e ballare. Ballare.

    • 17 luglio 2012 19:26

      Ballare. Immagino un’antenna flessibile, ballerina, che si lascia attraversare. Grazie di questa tua risposta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: