Skip to content

Sogno, dunque sono

31 luglio 2012

Qual è lo scopo del sogno?

Quello di pro-gettare: gettare le basi perché possa essere generato il reale.

E di tenerlo in incubazione: covarlo, proteggerlo, tenerlo caldo, sentirlo vibrare, perché un giorno possa schiudersi e dar vita prima di tutto ad un’apertura, e poi ad un nuovo senso vitale.

E di tener sempre vive le speranze anche quando ti sembra di non vedere niente di positivo: il sogno ti dice che non fa niente, che semplicemente ancora non si è aperto l’uovo, che devi continuare a covarlo perché non è ancora arrivato il momento giusto.

Per questo i sogni sono la cosa più preziosa che abbiamo: se dovessero morire loro, dal reale non scaturirebbe più niente di vivo, non ci sarebbero più aperture né intuizioni fulminanti.

I sogni consentono di vivere sempre il tempo della natività.

E di andare oltre quella porta che teniamo ostinatamente chiusa.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: