Skip to content

biologico, perchè

8 settembre 2012
by

Fonte mestiere di mamma

Il cibo biologico è più nutriente?

Ieri su Repubblica è uscito un articolo che parla del cibo biologico e che riporta i risultati di uno studio dell’università di Stanford. Il risultato dello studio offre questo verdetto:

Più buono, ma non più nutriente, il cibo biologico bocciato a metà. Nessuna differenza rispetto ai prodotti convenzionali.

La superiorità è riscontrata *solo* in un rischio ridotto di contaminazione da pesticidi. Il verdetto viene dall’esame di 239 ricerche precedenti sul tema: stesse quantità di proteine e vitamine.

 

Oltre al fatto che questi titoli dicono una cosa e poi sul sottotitolo o all’interno dell’articolo se ne dicono altre di più importanti, credo che siano decisamente fuorvianti. Io continuo a mangiare cibo biologico principalmente perché la contaminazione da pesticidi è inferiore: meno veleni per me e per la mia famiglia, ma anche per il contadino o l’allevatore che produce, per l’aria e per l’acqua. Pare poco?

E poi da consumatrice di cibo biologico non cerco pomodori o farine o pasta più nutrienti: per carità mi farebbe anche piacere, ma forse quelli pensavano al bionico non al biologico… Con tutto il rispetto per chi fa questi studi, mi piacerebbe sapere se sono indipendenti.

Mi permetto un paio di considerazioni di cui ho parlato a fondo anche sul libro.

La qualità del cibo biologico è e rimane migliore, i processi sono più controllati, ma soprattutto si vieta o si limita l’uso di tante, tantissime sostanze chimiche che nel convenzionale sono all’ordine del giorno. Perché si usano? Per trattare e prevenire le malattie degli ortaggi, per evitare la crescita delle malerbe, per evitare che gli animali si ammalino (gli antibiotici ad esempio vengono somministrati in via preventiva), per avere in definitiva rese maggiori a costi minori.

È capitato che alcuni prodotti definiti “fitosanitari” (e cioè antiparassitari, pesticidi, fitofarmaci, anticrittogamici, diserbanti, agrifarmaci, termini un po’ meno rassicuranti questi vero…) siano stati ritirati dal commercio per utilizzo in agricoltura perché ritenuti tossici. È successo con l’atrazina e con il ddt*, chissà quanti altri veleni ci mettono, oltre a quelli già dichiarati nelle etichette di cui sappiamo ben poco per disinformazione (io per prima).

Io nel dubbio preferisco evitare, ecco, anche se lo so bene che non siamo esenti da altri rischi…

I paesi come la Svezia, che hanno limitato l’uso di alcuni pesticidi negli anni ’70, oggi registrano una diminuzione dell’incidenza dei linfomi, mentre in Italia registriamo un incremento annuo del 4,6% nella fascia d’età 0-14 anni, contro lo 0,9% dell’Europa**.

Alcuni comuni della Val di Non, seguendo una direttiva europea, in via precauzionale, hanno vietato l’uso dei pesticidi più tossici nella coltivazione delle mele, che per legge sono comunque ammessi. Non mi pare male.

Ecco quelle mele non saranno certo più nutrienti, non saranno nemmeno biologiche in molti casi, ma avranno meno veleno ed è quello che possiamo e dobbiamo pretendere dal cibo che costruisce il nostro corpo, che diventa sangue e poi latte materno, che dà nutrimento a chi è in gravidanza e al piccolo che cresce, che ci fa essere quelli che siamo.

Non confondiamoci le idee con articoli che fuorviano il consumatore e ricordiamoci che l’alimentazione per gran parte è condizionata dalla pubblicità e dal marketing e che la maggior parte degli studi anche delle università sono finanziati da società con interessi commerciali (non lo so di questo, parlo in generale).

Ne va della salute nostra e dei nostri bambini.

***

Vedi:  articolo di Repubblica sul biologico

* da Valore Alimentare, inverno 2011, nr 37
** (da un articolo di Altreconomia nr 138, maggio 2012, pag. 36-37)
Annunci
3 commenti leave one →
  1. 15 settembre 2012 08:30

    Ciao, sono perfettamente d’accordo con te tanto che mi appresto a scrivere anche io un articolo in merito sul mio blog. Puoi indicarmi a che libro ti riferisci?
    Grazie

  2. amrita permalink*
    15 settembre 2012 09:10

    Ciao Rossella, non sono l’autrice del post. L’ho riportato da sapore di mamma, trovi il link nella fonte all’inizio dell’articolo, e lì trovi anche il libro di cui si parla

Trackbacks

  1. IL CIBO BIOLOGICO E’ MIGLIORE! | Terra Madre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: