Skip to content

ONE WORLD BIRTH, freedom for birth, the mothers’ revolution

20 settembre 2012

Il film: LIBERTA’ PER IL PARTO 

giovedì 20 settembre 2012 ore 20.30

e domenica 7 ottobre ore 17.30

Libertà per la nascita, la rivoluzione delle madri è un nuovo documentario, che ridefinisce la nascita come l’argomento più pressante fra i Diritti Umani oggi.
Il film verrà proiettato giovedì 20 settembre 2012 in contemporanea mondiale, in più di 1000 luoghi in tutto il mondo.
A Palermo l’anteprima in contemporanea mondiale avrà luogo presso casa di Pat, una delle mamme di “in braccio alla Luna”, mentre la replica con ingresso al pubblico avverrà presso Libera contro le mafie -C/O “I sapori ed i saperi della legalità” – P.zza Castelnuovo 13 – 90141 Palermo, il 7 ottobre alle 17.30.

Lo spazio socio culturale Libera, al termine della proiezione, ospiterà un dibattito sul tema della nascita non violenta a cui parteciperanno Marzia Floridia (ostetrica), Marika Gallo (mamma doula e blogger) e Patrizia Lalicata (mamma e blogger).

L’iniziativa è stata organizzata da “In braccio alla Luna”.

Libertà per il parto è un documentario militante di 60 minuti, realizzato con la partecipazione dei più noti e riconosciuti esperti della nascita e di esperti legali sui Diritti Umani, uniti per chiedere un cambiamento radicale dei sistemi di assistenza alla maternità in tutto il mondo.Ingresso libero e gratuito (ma le sottoscrizioni sono gradite come raccolta fondi)

Perchè questo film?
Hermine Hayes-Klein, giurista, organizzatrice della recente conferenza sui Diritti Umani nella nascita, tenuta a Le Hague in Olanda, ha detto: <il modo in cui il parto è trattato in molti paesi nel mondo è molto problematico. Milioni di donne gravide vengono spinte negli ospedali, costrette a stare sdraiate e tagliate durante il parto. Sono sottoposte ad interventi farmacologici e chirurgici, che alcuni operatori ammettono di imporre loro per ragioni economiche o per convenienze varie. Le donne in tutto il mondo si stanno risvegliando e chiedono che la nascita non sia così; affermano che non deve essere così. La mancanza di rispetto e gli abusi non sono il prezzo necessario per la sicurezza>.
Il film, prodotto dalla copia inglese Toni Harman e Alex Wakeford Libertà per il parto racconta la storia dell’ostetrica ungherese Agnes Gereb che è stata imprigionata perchè assisteva il parto delle donne nella loro casa. Una delle madri assistite dalla signora Gereb ha deciso di sollevare il caso, mentre aspettava il suo secondo figlio, volendo farlo nascere a casa, dopo un precedente parto a domicilio.
Anna Ternovsky ha portato il suo paese in giudizio alla Corte Europea dei Diritti Umani e ha conquistato un verdetto che è una pietra miliare ed ha grandi implicazioni per la nascita in tutto il mondo.
Toni Harman, uno dei registi, dice < il giudizio scaturito dal caso Ternovsky-Ungheria alla Corte Europea dei diritti umani nel 2010 significa che ora in Europa, ogni donna ha il diritto legale di decidere dove e come partorire, ed anche nel resto del mondo significa che ogni donna può usare il potere della legge per affermare quel diritto. Con l’uscita di <Libertà per il parto> noi speriamo che milioni di donne divengano consapevoli dei suoi diritti legali; perciò il nostro film ha la possibilità di avviare una rivoluzione nell’assistenza alla nascitanel mondo e noi chiamiamo questa la ‘Rivoluzione delle Madri’
Cathy Warwick, Direttrice esecutiva del Royal College delle ostetriche britanniche, dice <Il parto sicuro dovrebbe essere un diritto fondamentale per le donne. Sfortunatamente per molti, molti milioni di donne e per i loro piccoli nel mondo non è così. Il mondo è disperatmente a corto di coloro che possono assicurare l’applicazione di questo diritto: le ostetriche. C’è bisogno che I leaders delle nazioni investano nella assistenza ostetrica>.
Freedom For Birth è il terzo documentario della copia di produttori Harman e Waterford sulla nascita. Hanno avuto l’ispirazione a fare questi film dalla loro esperienza, riguardante il parto difficile della propria figlia 4 anni fa. Una cascata di interventi durante il travaglio ha portato ad un taglio cesareo di emergenza.
Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: