Skip to content

l’ansia è o non è, il fattore scatenante della dislessia?

17 novembre 2012
by

Negli ultimi giorni in alcuni quotidiani è apparso un articolo dal titolo Dislessia, l’ansia è un fattore scatenante , qui l’articolo sul Il Secolo XIX , a seguire quello apparso sul  Giornale di Sicilia del 15 novembre 2012

Crediamo doveroso diffondere la lettera che il Dr. Angelo Spataro,  
Pediatra di famiglia in Palermo, socio dell’Associazione Italiana Dislessia , Responsabile nazionale della segreteria  “ salute mentale “ dell’Associazione Culturale Pediatri                ha inviato al Direttore del Quotidiano della Città

Alla cortese attenzione del Direttore del Giornale di Sicilia

Egregio direttore,

sul numero di giovedi 15 novembre  del Giornale di Sicilia,  a pag. 13, nella rubrica Fatti & Notizie , è riportato un articolo dal titolo “ All’origine della dislessia c’è l’ansia”. Questo articolo è estremamente fuorviante per alcuni motivi:perché non è riportata la  fonte di questa notizia ; perché la notizia è  frutto di uno  studio eseguito  su  un numero molto esiguo di bambini; perché  risulta priva di fondamento scientifico . Infatti  è ormai da tempo dimostrato che il Disturbo specifico dell’apprendimento  o Dislessia è un disturbo neuropsicologico che vede coinvolti alcune aree corticali dell’emisfero cerebrale di sinistra  e sotto corticali ( corpi genicolati laterali e mediali del talamo) e  su base genetica . A tali conclusioni si è arrivati grazie alle nuove tecniche di neuro immagine  che consentono di visualizzare in tempo reale l’attività delle aree cerebrali durante la lettura. Queste alterazioni strutturali si traducono in una disfunzione di alcuni processi cognitivo-linguistici implicati nella capacità di leggere e scrivere. I Disturbi psicologici subentrano in un secondo tempo, soprattutto quando al  bambino  non  viene diagnosticato il disturbo ( evento che si verifica frequentemente) , quando il bambino  non viene sottoposta ad alcuna terapia  e quindi la difficoltà nella lettura e nella scrittura viene interpretata  dagli insegnanti come un rifiuto  ad impegnarsi. Molti bambini dislessici soffrono infatti di Ansia e Depressione, ma questi sono disturbi psicologici secondari alla Dislessia , non sono la causa della Dislessia . Una relazione Ansia di separazione- Dislessia non è descritta in letteratura. L’Ansia di separazione è l’ansia che è scatenata dalla separazione da persone familiari. Molto probabilmente il bambino che va male a scuola non vuole distaccarsi dai genitori perchè teme la scuola.  Ma questa non è una  Ansia di separazione in quanto questo Disturbo , come tutti i Disturbi di Ansia ,non  riconoscono una causa  dimostrabile.

Ritengo importante che  il Giornale di Sicilia pubblichi quanto sopra perché la Dislessia è un Disturbo molto frequente ( 4% della popolazione scolastica) e i genitori dei bambini dislessici e gli insegnanti devono sapere cos’è la Dislessia al fine di indirizzare il bambino con difficoltà scolastiche verso un inquadramento corretto del suo disturbo.

 

Grazie per l’attenzione.  Cordiali saluti.                                                            

Palermo 15 novembre 2012                                                                                     

Angelo Spataro   

 Pediatra di famiglia in Palermo  , socio dell’Associazione Italiana Dislessia , Responsabile nazionale della segreteria  “ salute mentale “ dell’Associazione Culturale Pediatri               

Qui trovate il comunicato stampa dell’Associazione Italiana Dislessia

Annunci
5 commenti leave one →
  1. 17 novembre 2012 19:53

    Reblogged this on vitautismo and commented:
    Il direttore dell’ Istituto di ortofonologia nonchè direttore dell’agenzia di stampa DIRE le sta tentando tutte, oltre a cercare di intaccare le linee guida per l’autismo emanate dall’ISS che indicano vie scientificamente validate ci sta provando anche con i disturbi specifici dell’apprendimento, insinuando studi e test che non hanno, e non possono avere, nessun criterio di scientificità, e non riescono neanche ad essere pubblicate da riviste peer-reviewed.

  2. dagu permalink
    18 novembre 2012 08:26

    dire che l’ansia è il fattore scatenante (e non la diretta conseguenza) basandosi su una ricerca con meno di 100 soggetti, è veramente umiliante per tutti i professinisti. purtroppo questi articoli non verranno letti solo dai professionisti che ne rideranno e basta: il pubblico non addetto ai lavori ma coinvolti in queste problematiche (famiglie, insegnanti, dislessici) come fa a distinguere una bufala da una verità?! trovo eticamente ingiusto approfittarsi così dei bambini e delle loro famiglie

  3. 25 settembre 2014 09:49

    certo, l’ansia causa la dislessia, la madre che non sa esprimere amore per il proprio figlio causa l’autismo e l’odio inconscio verso le donne causa l’eiaculazione precoce. Siamo nel 2014, non a inizi Novecento!

Trackbacks

  1. L’ANSIA NON E’ LA CAUSA DELLA DISLESSIA |
  2. L’ANSIA NON E’ LA CAUSA DELLA DISLESSIA |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: