Skip to content

Tra Cielo e Terra: la Piramide che orienta

15 giugno 2013

Layout 1La Piramide di Mauro Staccioli è fatta di acciao corten: lo stesso materiale leggero e resistente che si usa per le navi.

In cima alla collina, la Piramide 38° parallelo è un invito al viaggio, al processo, alla trasformazione. Restituisce un senso al nostro percorso esistenziale perché ci consente l’orientamento.

Che cos’è l’orientamento? è un semplice volgersi a Oriente, verso il sole che sorge. E’ questo che ci consente di riconoscere il nostro spazio: l’alba. La nascita della luce ci rivela noi stessi e rende possibile una relazione col mondo.

Ma quest’intuizione folgorante spesso ci abbandona. Spesso siamo vittime della nostra visione duale, che spezza in due la realtà e così la perde: cielo-terra, alto-basso, luce-buio, dentro-fuori, io-tu…. La nostra “razionalità” prende il predominio, e noi dimentichiamo di essere in viaggio.

Il Rito della Luce ci consente di riprendere questo viaggio restituendo un senso diverso al nostro vissuto: il senso poetico. La direzione: il verso.

Poesia – dal greco poiein – vuol dire creazione: e senza luce non ci sarebbe alcuna creazione.

Ma la creazione a cui alludo è quella intuitiva, quella che ri-conosce, cioè conosce un’altra volta, e trasforma ogni evento in esperienza.

L’interno della Piramide all’alba è immerso nel buio e al tramonto raccoglie la luce: gli opposti coesistono in una continua e reciproca trasformazione. Per accedere alla colossale opera alta trenta metri bisogna percorrere un tunnel sotterraneo; per essere illuminati bisogna attendere l’ultimo raggio di sole del tramonto. L’orizzontalità della spirale di pietre ferrose all’interno non contraddice la verticalità dell’asse che unisce il centro della stessa spirale con il vertice della Piramide: immanenza e trascendenza, cielo e terra sono tessuti insieme.

Chi partecipa al Rito della Luce sceglie quest’ultima, e sa che nascita e morte sono momenti della stessa Vita Universale.

Solo Artisti e Bambini vivono quest’intuizione e sanno meravigliarsi, ed è per questo che da quattro anni Antonio Presti coinvolge poeti, musicisti, danzatori e tutte le Muse insieme agli studenti del territorio per celebrare il trionfo della Bellezza con lo sguardo puro dei bambini.

388162_4318976907277_911585859_n

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: