Skip to content

Abraço, un abbraccio di bellezza lungo tre giorni: 23, 25 e 27 luglio

17 luglio 2013

202362_10201704109430573_1046955616_o 1074871_10201704106310495_237575739_o

Una serata speciale stasera: ho assistito alle prove di Abraço, “L’Abbraccio”, lo spettacolo che vedremo il 23 luglio a Gibellina, il 25 al Teatro Greco di Tindari e il 27 al Teatro di Verdura di Palermo, sempre alle 21.30.

Che cos’è Abraço? In una parola si può dire – io credo – è l’immagine delll’In-Contro. La storia di come andiamo verso gli altri e di come quel verso possa trasformarsi in contro, e di come quel contro possa tornare ad essere verso.

La storia di come ognuno di noi stia spesso seduto sulla propria verità, fredda, fissa, immutabile, spigolosa, credendola la sola possibile; e di come invece quella sia solo una “parte” del tutto, e di come il tutto si riveli un Abbraccio che integra e reintegra non solo ciò che vorremmo, ma anche ciò che – semplicemente – è.

La storia di un e-mozione, che è portar fuori, mettere in moto, motivare, commuovere, pro-muovere.

La storia di un’immobilità che diventa danza e di una danza che dà vita all’immobilità. Ci sono nella scenografia statue, quelle di Salvatore Rizzuti, che ci piace qui definire statue e non sculture proprio perché stanno, perché sono ferme ma piene e racchiudono universi emozionali compressi; e giovani, straordinari danzatori che danzandoci sopra, dentro, intorno, ne estraggono il senso più profondo, proprio come e-mozioni.

Abraço riesce a mettere insieme gli opposti: è danza nel senso etimologico della parola, quello di “stendersi in fila”, “concatenarsi”; ci restituisce la scoperta della grande risorsa che abbiamo quando viviamo la nostra vita proprio così com’è, con le sue straordinarie incongruenze, i suoi conflitti, le sue conflittualità, l’impossibilità di comprendere, il suo pulsare.

E’ questo l’Abbraccio ideato, voluto, sentito, creato da Santina Pellitteri Franco con la regia di Salvo Tessitore: sono diversi i coreografi, i danzatori, le musiche, i paesi di provenienza, persino i luoghi in cui lo vedremo; ma un colore unisce tutto: il rosso. E un Abbraccio unisce tutti a tutti e ognuno a se stesso, nel pieno riconoscimento che siamo proprio come possiamo  e dobbiamo essere, proprio così.

I biglietti per assistere allo spettacolo ABRAÇO potranno essere acquistati direttamente al botteghino il giorno dello spettacolo oppure:
Per lo spettacolo di Palermo presso il Ristorante Al Viale, via Archimede 189, Palermo e Parco Villa Pantelleria, vicolo Pantelleria 10, Palermo 

Per lo spettacolo di Gibellina presso la libreria Modus Vivendi,
Via Quintino Sella 79 Palermo 

Per lo spettacolo di Tindari Circuito Tickettando

Per ulteriori informazioni potete cliccare sulle singole immagini: vi appariranno ingrandite.
946585_10201713068374541_541432275_n

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: