Skip to content

la gratuità nel sostegno tra pari nell’allattamento

30 luglio 2013
by
La rete del dare\avere non è da intendersi in chiave di giustizia commutativa o, tanto meno all’interno della logica di mercato, ma in senso profondamente antropologico: l’uomo è fatto per dare e avere, poiché anche nel momento in cui si riceve si sta dando moltissimo in quanto si permette a qualcuno di dare. Così la dipendenza reciproca, ben lontano dal patetico e falso emotivismo sociale, è una piena manifestazione di umiltà nella sua più genuina dimensione gnoseologica di “amore per la verità”.
Dall’ Introduzione di V. Tambone a La danza delle ombre di Marina Scardavi

 

Sul blog si è già parlato del sostegno tra pari nell’allattamento al seno e del fatto che sia un intervento che incrementa l’allattamento sia nell’avvio che nel suo mantenersi nel tempo, fin quando mamma e bambino lo desiderano.

Caratteristica dell’aiuto tra pari è la gratuità.

Di certo il sostegno all’allattamento può essere di grande efficacia anche quando la gratuità non è presente, ma in tal caso è Altro, non è sostegno tra pari.

L’amore è quella capacità di staccarci da ciò che ci è più caro,
per donarlo. Questa qualità, però, si manifesta raramente.
Si vedono piuttosto esseri occupati a battersi non solo per
conservare ciò che possiedono, ma anche per impadronirsi, se
possono, di quello che appartiene ad altri.
È forse ragionevole perdere tanto tempo ed energie quando ben
presto si sarà costretti a lasciare tutto? Eh sì, un giorno la
morte arriverà e l’uomo, che l’uomo lo voglia o no, in un attimo
verrà spogliato di tutto. Perché non ha imparato a donare prima
dell’ora della morte? In quell’istante, che gli piaccia o meno,
dovrà abbandonare tutto. Gli resteranno solo la luce e la gioia
che ha acquisito sapendo donare.”
Omraam Mikhaël Aïvanhov

1585f375db189efbdb20be3cc5114f81

….In queste vie del latte dalla voce delle mamme ancora una volta viene alla luce la mancanza di umanizzazione all’interno dei sistemi.
Mi piace pensare alla gratuità come all’umanizzazione del sistema, ma non solo di quello sanitario, anche di quello economico.
…gratuità può essere mettere l’uomo al centro del sistema sia in un rapporto economico, professionale, tra colleghi, tra clienti e fornitori, tra produttori e consumatori

Noi tutti prendiamo più sul serio ciò che costa che non quello che è gratuito” (Luciano De Crescenzo)

Quante volte e da più parti ho sentito ribadire questo concetto. Continuo a pensare che questo sia il risultato dell’economia attuale, del consumismo, che tende a farci considerare la gratuità come un’ingenuità, un’ideale fuori dalla realtà, fuori dal mercato in cui si dà solo per ricevere. O peggio ancora un capriccio di “chi se lo può permettere”.
Questo sistema ci comporta difficoltà anche nell’accettare il dono. Spesso ricevendo un dono senza “essercelo meritato” il primo pensiero è come ricambiare, consideriamo l’obbligo del dono.

Il dono libero fa paura.

Bisogna aver ben chiaro che la gratuità non è la gentilezza, non è un sorriso, non è cortesia, non è la buona educazione. Così come gratuità non è il campioncino gratuito, il tre per due , lo sconto o il regalo della raccolta punti. Non è il costo zero, non è il gratis, è proprio l’opposto : gratuità è un costo senza un limite.
La gratuità è relazione in cui c’è dono di sè agli altri. Credo che ci sia gratuità quando vieni a contatto con la tua felicità, quando sei vicino alla tua interiorità e non puoi più tenerla per te, senti straripante il desiderio di condivederla.

E allora devi lavorare su di te per non diventare troppo vulnerabile, per far si che questa gratuità non diventi una potenziale ferita, ma possa essere solo espressione di Libertà e di Bellezza.

Perché parlare di gratuità o meno nel sostegno tra pari nell’allattamento? Cosa implica questo sostegno?

Il sostegno all’allattamento tra pari comporta un impegno in termini di tempo, pensiero, cuore e accade che sia in piena gratuità.

E’ un ideale?
No, è un libero lavoro di comunità…

L’universo si basa su uno scambio dinamico…

Monica Garraffa, Gratuità vincolo o risorsa?
Le vie del latte, percorsi per il sostegno all’allattamento tra pari – Villafranca Tirrena 12 maggio 2013

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 30 luglio 2013 13:15

    Bellissimo il tuo articolo….gratuità non è gratis ma un dono senza limite….

  2. maurizia permalink
    1 agosto 2013 22:15

    Hai scritto delle cose bellissime, grazie davvero di cuore!!!!
    Posso condividerlo su FB e/o con altre mamme?
    Maurizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: