Skip to content

Da Bassora a Gaza, le Storie che Salvano

30 luglio 2014

foto nadia jaffalVogliamo scrivere alla Bambina Vestita di Verde che salva i libri dalle macerie della sua casa.

Non conosciamo il suo nome, ma forse – e paradossalmente – proprio in questo momento non è impossibile che le arrivi il nostro messaggio.

Cara Bambina, le tue foto hanno fatto il giro del mondo.

Noi ti guardiamo dallo schermo del pc e non sappiamo se possiamo raggiungerti. Ma vogliamo provare a raccontarti una storia vera, quella della Bibliotecaria di Bassora.

Lei, che si chiama Alia Muhammad Baker, ha fatto quello che stai facendo tu: è riuscita a salvare più di 30.000 libri dalle fiamme e dai bombardamenti, nascondendoli nelle case. Molti di quei libri erano antichissimi e tutti erano preziosi perché tutti i libri lo sono.

Noi abbiamo un libro che racconta la sua storia a Palermo, alla Biblioteca dei Bambini e dei Ragazzi Le Balate. Io inserisco qui alcune immagini del libro, sperando che tu possa vederle e continuare a salvare tutti i libri che troverai, proprio come Alia.

E voglio dirti anche che appena sarà possibile noi ti aspettiamo qui, nella nostra Biblioteca, perché vogliamo conoscerti e vogliamo che tu racconti la tua storia a tutti i bambini del mondo.

Cara Bambina Vestita di Verde, quel colore è il colore della Vita e della Speranza. Usalo sempre! Noi siamo con te!

Un abbraccio grandissimo,

Daniela Thomas e il Gruppo Maternage della Biblioteca dei Bambini e dei Ragazzi Le Balate di Palermo

 

We want to write to the Little Girl Dressed in Green that saves books from the rubble of her house.

We don’t know her name, but maybe and paradoxically right now it is not impossible contacting her.

Dear Little Girl, your photos are all around the world.

We look at the screen of the PC and do not know whether we can reach you. But we want to try to tell you a true story, those of the Librarian of Basra.

She, who is called Alia Muhammad Baker,  did what you’re doing: she saved more than 30,000 books from the flames and bombings, hiding in houses. Many of those books were very old and all were valuable because all the books are.

We have a book that tells her story in Palermo, at the Library of Children and YoungBalate”. I insert here some pictures of the book, hoping you can see them and continue to save all the books you‘ll find, just like Alia.

And I want to tell you also that as soon as possible we’re waiting here in our library, because we want to meet you and we want you to tell your story to all the children of the world.

Dear Little Girl Dressed in Green, that color is the color of Life and Hope. Use it forever! We are with you!

A big hug,

Daniela Thomas and Mothering Group of the Library of Children and  YoungBalate”, Palermo

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Annunci
2 commenti leave one →
  1. antonia arcuri permalink
    31 luglio 2014 20:14

    Ho condiviso questa lettera, e spero che altri possano farlo, perché possa giungere anche come eco alla “Bambina vestita di verde”, ma soprattutto a chi non ha rispetto per la vita umana, per tutti i bambini vestiti di ogni colore che hanno il diritto di vivere e giocare sempre, e sempre in una terra libera.

    • 31 luglio 2014 20:18

      Grazie, Antonia. Dentro ognuno di noi c’è una Bambina Vestita di Verde che ha diritto alla Vita. Non è giusto quello che sta accadendo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: