Skip to content

Le Vele e l’Arte del Fare

12 ottobre 2014
rob2

“Le Vele”, plaquette di grande formato realizzata interamente da Roberto Miata

Certo, il nostro è un tempo “difficile”.

Lo viviamo sulla nostra pelle e tutti ce lo confermano continuamente  e da ogni parte: niente la-vo-ri, niente va-lo-ri. Solo sillabe che si confondono, suoni senza senso.

C’è crisi.

Che fare, in questo nostro tempo? Come fare? Quale fare è possibile?

Quello che ci restituisce a noi stessi.
Quello che dipende da noi: dalle nostre mani, dal nostro sguardo, dal nostro sentire.
rob1

Quel fare che crea uno spazio unico, che non puoi trovare da nessun’altra parte se non dentro di te: perché è solo a partire da quello spazio che si può creare il mondo intorno. Uno spazio che non puoi comprare, che nessuno può darti, che non somiglia a nessun altro perché è solo tuo.

Non tuo perché ti ci seppellisci dentro: tuo perché ti rappresenta e perciò ti permette di incontrare un altro nello spazio suo, e poi un altro e un altro finché si amplia e diventa uno spazio universale.

Lo Spazio del Fare è quello che crea: è questo che vuol dire Poesia. Poiein, in greco era “fare”, “agire”, “creare”.

Non solo parole, ma spazio: Poesia è Fare Spazio, crearlo, renderlo visibile, con le proprie mani, con amore. Mani-festare. Riscoprire il Gesto.rob8

E’ questo che accade aprendo la busta che contiene la plaquette di Roberto Miata “Le Vele”: un Gesto di Poesia, uno spazio che si schiude, venti (di) poesie, una linoleumgrafia ed una fotografia coperte con una parte originale di un dipinto ad olio.

La busta l’ha fatta lui e richiede un gesto delicato: per aprirla occorre girare intorno a un centro dorato, seguire un filo, risolvere qualcosa. Occorre, cioè, esser presenti: non è possibile aprire la busta senza accorgersi di ciò che si sta facendo.

Anche la copertina l’ha fatta lui – come l’intera plaquette -, ed è la trentesima parte di un unico dipinto ad olio: ho in mano la numero 3, che è solo la “mia”:

D’un libro una copia soltanto,
un solo lettore.

Solo riunendo (idealmente) tutte le copertine si ripristinerebbe l’unità del dipinto, riprodotto in una foto e coperto da una griglia che mostra la posizione che occupa la copertina di questa copia, proprio come accade nell’incontro con l’altro: non è forse questa la relazione, percepire quell’unità che ci unisce pur differenziandoci?

rob10Le poesie sono Venti: venti come numero e come soffio che gonfia le vele e le muove in un ritmo musicale che consente di “dirle” espirando:

un vicolo resta da solo per tutta la notte

per poi inspirare prima di espirare ancora:

un muro accenna una crepa in modo indeciso

Non è un “prodotto” ma un “metodo” quello di Roberto, una via che passa dietro oltre sotto prima. E’ un modo per prendere in mano la propria vita e dirci che sì, c’è “la crisi”, e la crisi è risorsa, setaccio, “crivu” si dice in dialetto, proprio dalla stessa radice, quello strumento che rende la farina finissima, impalpabile, o quello che usavano i cercatori d’oro per distinguerlo dalla sabbia. C’è crisi, e va bene, vediamo dove ci porterà, intanto facciamo, intanto siamo, e il resto verrà di conseguenza, apriamo gli occhi, guardiamo le cose, condividiamo lo sguardo, facciamo “Poesia”. “Le Vele” seguono infatti ad altri progetti che Roberto Miata porta avanti da tempo, con incredibile cura e dedizione, come “NUF”:

rob3

 

rob4

 

o come “esteso”:

rob5

 

rob6

 

rob7

 

Non prodotto allora, lo ribadiamo, non prodotto ma poesia.

Esprimere l’unicità di ognuno è il primo passo per riconoscere l’unicità di ogni altro e recuperare la gioia di quel Mistero assoluto che chiamiamo Vita: la nostra.

 

Le foto che vedete in questo post sono di Roberto Miata.

Da oggi Domodama sostiene la campagna di “Ribellarsi Facendo”, perché MONDI DIVERSI ESISTONO E NOI PROVIAMO A RACCONTARLI.

ribellarsifacendo

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: