Skip to content

Audizione in Commissione Sanità dell’Assemblea Regionale Sicilia

10 dicembre 2014
by

Oggi 10 dicembre 2014 a seguito del documento rivolto all’Assessore alla Salute della Regione Siciliana, Alla Commissione Sanità dell’Assemblea Regionale Sicilia, ai Direttori Generali delle ASP Siciliane e all’ANCI Regionale, rappresentanti del coordinamento del gruppo maternage delle Balate sono stati convocati  in audizione in Commissione Sanità dell’Assemblea Regionale Sicilia, in ordine alle problematiche concernenti la promozione, la protezione e il sostegno dell’allattamento.

E’ stato un momento di partecipazione e di confronto, terminato con l’impegno del  Presidente della Commissione a riconvocarci per dare risposta alle richieste pervenute.

A seguire la relazione presentata in Commissione Sanità con commenti e riferimenti.

Alla Commissione Sanità dell’Assemblea Regionale Sicilia

 Oggetto: audizione 10 dicembre 2014 ore 11 in ordine alle problematiche concernenti la promozione, la protezione e il sostegno dell’allattamento

 Buongiorno a tutti,

Vorremmo esprimere il nostro ringraziamento per questo momento d’ascolto, di partecipazione e di confronto su una tematica che ci sta molto a cuore e che ci vede impegnati chi professionalmente, chi nell’impegno nel sociale.

Questa delegazione, composta da:

  •  Stefania Abruscato, mamma, assistente sociale, presidente dell’associazione di volontariato a sostegno all’allattamento, Cerchi di vita
  • Monica Garraffa, mamma, coordinatrice gruppo maternage Le Balate, portavoce CIANB (Coalizione italiana alimentazione neonati e bambini)
  • Iwona Kazmierska, pediatra neonatologa, IBCLC consulente professionale in allattamento, valutatrice delle iniziative OMS Unicef amiche dei bambini (Ospedali e Comunità), Responsabile BLUD Palermo
  • Antonella Monastra, ginecologa consultoriale, impegnata su temi quali la salute pubblica, la prevenzione e la salute delle donne
  • Donatella Natoli, medico igienista, da sempre impegnata nel sociale, fautrice dell’unico distretto socio sanitario della Sicilia

 vi porta il saluto dei primi firmatari della CIANB (ACP – Associazione Culturale Pediatri, AICPAM – Associazione Italiana Consulenti Professionali in Allattamento Materno, CIPe – Confederazione Italiana Pediatri, IBFAN Italia, La Leche League Italia, MAMI – Movimento Allattamento Materno Italiano, IL MELOGRANO Centri Informazione Maternità e Nascita, MIPPE – Movimento Italiano Psicologia Perinatale, Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus, UNP – Unione Nazionale Pediatri) e delle sedici associazioni firmatarie (Aps Le Balate, Arci Palermo, Arte di crescere, BLUD Palermo, Campagna sport popolare in spazio pubblico, Cerchi di vita, Associazione Erripa Achille Grandi, APS Gentilgesto esercizi d’arte quotidiana, Libera Palermo Junior, Mamitudo, Nuova Vita, Policoro Arcidiocesi di Palermo, Secondo Natura, accudire,nascere, crescere, Terre di Kore, Uisp Comitato territoriale Palermo, Cuore di Maglia) del documento rivolto a Voi, all’Assessore alla Salute della Regione Siciliana, ai Direttori Generali delle ASP Siciliane e all’ANCI Regionale, per il quale avete accolto questa richiesta di audizione.

Con il documento abbiamo voluto mettere in evidenza:

  • la situazione dell’allattamento materno nella Regione Siciliana
  • le azioni che la stessa Regione aveva individuato nel Piano sanitario regionale 2011-2013 per modificare la situazione, ma di cui non si conoscono gli esiti
  • le strategie necessarie, a diverso livello, che le associazioni ritengono possano essere messe in campo senza ulteriori indugi, affinché il neonato possa godere del cibo migliore per la sua crescita globale, premessa per uno sviluppo armonico e sereno

 Premesso che

 L’Assessorato regionale alla Salute ben conosce la situazione dell’allattamento materno in Sicilia infatti il Piano Regionale Siciliano 2011-2013 recita:

L’allattamento esclusivo al seno è raccomandato per l’alimentazione del neonato fino ai sei mesi di vita (OMS 2001). Il 100% dei bambini dovrebbero essere allattati esclusivamente al seno fino ai 6 mesi ma in Sicilia la percentuale è del 40% mentre il valore nazionale è superiore al 60%.

Tali elementi suggeriscono alcune azioni da intraprendere in funzione della promozione e del sostegno all‘allattamento sia attraverso la formazione specifica del personale sanitario sia con interventi di educazione sanitaria nei confronti delle donne o in fase prenatale, con particolare riferimento a informazione sui benefici dell‘allattamento e counseling sulle tecniche di allattamento, o di supporto post-partum e puerperio.

Ai dati su riportati si potrebbe inoltre aggiungere che solo il 26,6% delle donne siciliane allatta per più di sei mesi.

L’Assessorato ha individuato alcune azioni per la promozione ed il sostegno all’allattamento materno, ma non ha chiarito chi deve intraprendere queste azioni e in quali strutture e come queste debbano essere diffuse sul territorio; pertanto nulla si sa della loro eventuale attuazione.

La pratica dell’allattamento è fortemente influenzata da condizionamenti culturali, che hanno portato a considerare l’alimentazione con sostituti del latte materno come l’alimentazione normale mentre l’allattamento materno un’opzione, una possibile scelta. Per questo motivo per promuovere l’allattamento bisogna sapersi rivolgere a tutta la comunità, nelle sue diverse articolazioni, offrendo argomenti e pratiche capaci di interpellare ciascuno e fare nascere il desiderio di un miglioramento dello stile di vita.

 Considerato che

 La Regione aderisce alle reti italiane di progetti di qualità negli Ospedali, rete HPH promossa dall’OMS, e rete degli Ospedali Amici dei bambini promossa dall’Unicef, finalizzate al raggiungimento di standard richiesti dall’OMS e dall’Unicef.

Questa adesione comporterebbe la Previsione di un percorso favorente l‘allattamento al seno, all’interno dei punti nascita, istituzione di corsi per gestanti e gruppi di sostegno per puerpere con il coinvolgimento dei pediatri di famiglia e di mamme volontarie[1].

Anche di queste azioni e della loro attuazione non si ha alcuna notizia e soprattutto non si hanno notizie di eventuali ricadute. (2)

 I Comuni, quali istituzioni di prossimità ed i Sindaci quali responsabili della salute e del benessere dei cittadini, sono direttamente implicati in tutti i processi che comportano partecipazione dei cittadini, attivando percorsi di conoscenza ed informazione. Tutto ciò potrebbe essere particolarmente importante laddove si intendano attivare percorsi per la protezione ed il benessere dei bambini 0-3 anni, infatti una comunità consapevole diventa facilmente una comunità competente e allora i cambiamenti culturali che comportano cambiamenti di stile di vita diventano più naturali o probabili.

 È importante, da parte di tutti i responsabili, ma anche da parte di cittadini e comunità competenti, che ci sia un’attenzione nei confronti di pratiche commerciali scorrette e del mancato rispetto del Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno, perché è dimostrato che ciò ha un’influenza sulla decisione di ogni mamma nei confronti dell’allattamento.

 SI CHIEDE

 All’Assessorato alla Salute e alla Commissione Sanità dell’Assemblea Regionale che:

  •  Vengano rese note e divulgate le azioni che sono state realizzate per la promozione, protezione e sostegno dell’allattamento e la loro ricaduta sui tassi di allattamento
  • Venga resa nota e divulgata la spesa sostenuta per le attività summenzionate (3)
  • Venga realizzato un sistema informatizzato integrato Ospedale/territorio per il monitoraggio dell’allattamento (4)
  • Venga istituito un tavolo tecnico interdisciplinare sull’allattamento, con la presenza di istituzioni, associazioni e singoli con certificazione nazionale che già promuovono efficacemente l’allattamento materno
  • Vengano date indicazioni ai Provveditorati Scolastici affinché in tutte le scuole di ogni ordine e grado si realizzino progetti rivolti a docenti e allievi su protezione, sostegno e promozione dell’allattamento
  • Venga incentivata l’istituzione delle consulte locali territoriali per la protezione ed il benessere dei bambini 0-3 anni nell’ambito dei tavoli socio-sanitari di zona che vedono ASP e Comuni lavorare insieme per un’assistenza integrata.

 Ai Direttori Generali delle ASP Siciliane che:

  •  Richiedano un controllo molto attento sull’applicazione rigorosa e puntuale del Decreto ministeriale n. 82 del 9 aprile 2009 riguardante la vendita di alimenti per lattanti e gli alimenti di proseguimento e le pubblicità ad essi connesse (5)
  • Collaborino per la realizzazione di consulte territoriali

Palermo, 10 dicembre 2014

 Coordinamento gruppo maternage Le Balate

[1] http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_AssessoratoSalute/PIR_DipPianificazioneStrategica/PIR_PianosanitarioRegionale20102012/PSR%20-%20Piano%20della%20salute%202011-2013-Testo%20per%20pubblicazio.pdf pag.115-116.

(2) in particolar modo quale seguito ha avuto il protocollo d’intesa Unicef Regione Sicilia siglato nel marzo 2012? http://www.unicef.it/doc/3647/protocollo-tra-regione-sicilia-unicef-alimentazione-neonati.htm

(3) Linea progettuale 7. Tutela della maternità e promozione dell’appropriatezza del percorso nascita 7.1Accreditamento punti UNICEF azione di miglioramento della qualità dell’assistenza parto analgesia € 1.000.000,00 (un milione di euro)http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_AssessoratoSalute/PIR_Decreti/PIR_Decreti2014/PIR_Aprile2014
PIR_POCS20132015/POCS_2013-2015.pdf

4) Report sulla SURVEY NAZIONALE 2014,  a cura del Tavolo Tecnico Operativo Interdisciplinare sulla Promozione dell’Allattamento al Seno, da cui si evince che la Sicilia non ha risposto al monitoraggio Report 2014 13novembre

5) esempio a costo zero contenuto nella lettera della CIANB alla Conferenza Stato Regioniconferenza-stato-regioni_letterasett2014

 

FullSizeRender

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: