Skip to content

Al momento di marciare molti non sanno che alla loro testa marcia il nemico

12 gennaio 2015

12857_10202596026656525_6962078205852249379_n

Sul muro

Sul muro c’era scritto col gesso
viva la guerra.
Chi l’ha scritto
è già caduto.
chi sta in alto dice:
si va verso la gloria.
Chi sta in basso dice:
si va verso la fossa.
La guerra che verrà
non è la prima. Prima
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ ultima
c’erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente egualmente.
Al momento di marciare molti non sanno
che alla loro testa marcia il nemico.
La voce che li comanda
è la voce del loro nemico.
E chi parla del nemico
è lui stesso il nemico.

Bertolt Brecht

 

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 13 gennaio 2015 00:40

    Perfetta!!!

    • 13 gennaio 2015 06:23

      …e mi rammarico che lo sia, Patrizia. Dovremmo cominciare a pensare con la nostra testa e tornare ad essere fuori dal gregge, perché solo così si è e-gregi, e non essendo vittime di una manipolazione mediatica che sfrutta quella poca capacità di provare emozione che ancora esiste nel cuore delle persone asservendola a poteri autoreferenziali, oscuri e perversi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: