Skip to content

Tessere di una nuova Europa, a metà tra passato e futuro

7 luglio 2015

Oggi si è inaugurata una mostra di cui avevamo già scritto:

Tessere – Tratti d’Europa, dal Mediterraneo al Baltico

Abbiamo scritto così quiDal 7 al 30 luglio 2015, in occasione del Soluntum Art Festival, sarà allestita, presso l’Antiquarium del parco archeologico di Solunto a Santa Flavia, la mostra fotografica internazionale “TESSERE –Tratti d’Europa, dal Mediterraneo al Baltico”, a cura dell’architetto Giovanni Giannone, con le opere dei fotografi Esko Aarre-Ahtio (Turku), Guido Giannone (Milano), Roberto Miata (Palermo), Natù (Roma) e Anna Rizzuti (Palermo).

Ma oggi abbiamo capito tante cose.

C’è un percorso da fare per arrivare all’Antiquarium. E’ una via che va verso l’alto, e quando arrivi, il mare ti sembra un lago.

IMG_4894Allora ti chiedi ma dove sono? e sei a casa. Lo dicono le piante, quelle di sempre, e le pietre che lastricano la via. Sono a casa, nella mia terra, in un tempo fuori dal tempo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E quand’è questo tempo? E’ oggi, si vede:
IMG_4921Oggi che non abbiamo più piedi come radici e pietre, perché li teniamo isolati nelle scarpe di gomma e non sentiamo la terra calda e fredda.

Oggi che i padri li guardiamo da lontano – e chissà come li vediamo questi padri, che a sessant’anni sono più giovani dei loro figli, e hanno ancora l’entusiasmo di quand’erano ragazzini, e ci viene da dire ma chi te lo fa fare.

IMG_4947

Ma chi te lo fa fare ad andare cercare fare dire, a costruire cose dove non c’è spazio, a credere nelle cose belle che ci sono, a dire che non conosci problemi ma soluzioni, a sorridere sempre quando non c’è niente da sorridere, a organizzare le cose per chi nemmeno ci crede, per chi getta la spugna prima di cominciare. Padri e madri quarantenni cinquantenni e sessantenni, ma chi ce lo fa fare. A mangiare crostatine seduti sui gradini di un Antiquarium proprio davanti a una crostata di pietra, chi ce lo fa fare.

IMG_4959Mamma quella non è una crostatina, è una pietra, la crostatina è questa, vedi? si mangia, e tu non sai come spiegare che per te è la stessa cosa e addenteresti anche la pietra, ma in fondo cosa importa, io le mangio entrambe.
IMG_20131219_202911Chi ce lo fa fare sono proprio loro, con quei sorrisi che forse sorrisi non sono, con quegli sguardi che ti fanno credere veramente a un mondo nuovo, a un’Europa di popoli e non di nazioni, a una scultura che non puoi capire che cosa rappresenta se prima non sei stato nella terra dov’è nata, a una terra in cui viaggi su meridiani e paralleli e non su confini, a un futuro in cui ci si potrà incontrare senza appartenenze e parlare anche senza conoscere la lingua e capire solo guardandosi negli occhi.

IMG_4902

C’è un percorso da fare per arrivare all’Antiquarium. E’ una via che va verso l’alto, e quando arrivi, il mare ti sembra un lago.

Poi ci sono le foto, quelle tra passato e futuro, tra Mediterraneo e Baltico, tessere di una nuova Europa mosaico di popoli…

Chissà.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: