Skip to content

FraDà: una falegnameria speciale

16 giugno 2016

12183813_980944835298003_2654144267849242002_o-1024x683C’è a Palermo una falegnameria molto particolare.

La gestisce oggi Francesco Marzilla con sua moglie Daniela, ma è nata in effetti nel 1943: era del nonno Francesco, e non era solo falegnameria, ma anche casa. Siccome è un luogo di unione d’intenti pensieri idee affetti famiglia bellezza, l’hanno chiamata F1-300x225raDà, unendo i loro nomi in uno solo.

famondo2

Immagine tratta da “Papà Famondo”, di Bruno Tognolini, ed. Carthusia 2006: è la storia di un papà falegname

Di padre in figlio, quella casa-falegnameria è arrivata al nipote, che ha pure lui dei figli, Michi e Leonardo, chissà se un giorno continueranno loro il percorso, ancora sono due bambini.

Oggi chi ci va più dal falegname? Oggi si comprano i mobili tutti uguali, e la casa di uno è come quella dell’altro, cambia solo la disposizione. I mobili costano di più o di meno, ma sempre sono di materiali terribili: truciolato pesantissimo o materiale plastico o sintetico, che sembra legno qualche volta ma non lo è mai. Col tempo questi mobili si scollano e scoloriscono, si schiodano e si sgangherano, mentre con quelli veri, di legno, questo non succede, e quando succede si possono aggiustare.

I mobili di oggi sono belli solo dal lato da cui li si guarda: se li guardi dietro o sotto, si vede come sono fatti: senza amore. Quello che conta è solo l’apparenza, ma il costo è quello di mobili fatti per come si deve, in legno massello e rifiniti.

Oggi tutti vogliono essere come gli altri, e quando scelgono qualcosa, lo fanno tra cose già fatte. Invece pensare a qualcosa fatto su misura per sé, dare alla propria casa il proprio volto, essere creativi, unici al mondo per come in effetti si è, questo non piace a nessuno.

Peccato: perché persone come Francesco, che lavora sodo e ha anche un animo poetico, sensibile e profondo, e come Daniela, che restaura e decora instancabilmente, non si trovano spesso. Loro lavorano in falegnameria e spesso tengono là anche i loro bambini, e una gatta che  anche lei a volte sta là con i cuccioli, e c’è pure un coniglio, che con la gatta non va molto d’accordo. Ci sono anche altre persone creative e sensibili che lavorano là, e si può andare in falegnameria a volte anche per dei sabati creativi, con corsi e approfondimenti su tante cose.

separè-in-legno-510x600C’è a Palermo questa falegnameria: se vi serve qualcosa di fatto proprio per voi o magari volete riciclare qualcosa di vecchio o volete restaurare qualcosa, andateci. Qui c’è il link:Falegnameria Fradà , potete dare un’occhiata, e approfittarne per conoscere due giovani che vivono oggi ma hanno sogni antichi e moderni, come quelli degli alberi che trasformano, dei loro frutti, dei loro fiori.

 

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: