Skip to content

Ascolta il Silenzio – Rito della Luce 2016

23 giugno 2016

Intervista di Costanza Rizzo a Daniela Thomas

 

IMG_6933.JPGCome è nata la tua collaborazione al Rito della Luce?

Nel 2009, in seguito all’incendio di una scuola dello Zen, ho chiesto ad Antonio Presti se poteva collaborare con un gruppo di cittadini palermitani che volevano trasformare la realtà del quartiere. Da quell’incontro, avvenuto proprio poco prima che venisse inaugurata la Piramide, durante l’equinozio di primavera, è nata una bellissima avventura che ancora continua, di Rito in Rito.

Qual è il tuo ruolo all’interno dell’organizzazione del Rito?

Io sono impegnata soprattutto nelle relazioni umane con gli artisti che partecipano. Seguo da vicino i loro sogni e la loro realizzazione, li alimento, li proteggo, li custodisco perché il compito che sento di avere, la mia mission è quella di sognare, oltre ai miei, anche i sogni degli altri. Sono un’incubatrice di sogni.

Come si è trasformato il Rito negli anni?

Ogni Rito è stato uguale e diverso dagli altri. Ci siamo ispirati da sempre alla Poesia, che letteralmente è Azione e creazione. Gli artisti arrivano cercando dapprima uno spazio individuale, portando in dono le loro idee, e poi scoprono la bellezza di uno spazio corale, interagendo gli uni con gli altri. Creare e crescere hanno la stessa radice, e il Rito è cresciuto creando: ha reso possibile l’utopia, che, come dice sempre Antonio Presti, “non è ciò che non si può realizzare, ma ciò che il sistema non vuole che si realizzi”. Il Rito è cresciuto restituendo un luogo all’Utopia.

Qual è il tema di quest’anno?

Quest’anno il tema prescelto è “Anima Mundi”, il soffio vitale che permea ogni cosa, accompagnato da un intenso seme di riflessione: “ascolta il silenzio”.  Immersi come siamo in una continua dispersione di energie, non siamo quasi più consapevoli, infatti, del senso e del valore del silenzio, fatto di raccoglimento, osservazione, ascolto, attenzione.

La Piramide è in fase di rigenerazione. Qual è stata la tua impressione vedendo il nuovo tunnel di accesso e soprattutto vedendolo ancora scoperto?

L’impatto con il tunnel, così imponente ma adagiato su una coltre bianca di ghiaia, in attesa di essere coperto, è veramente forte.  È un’entrata in una dimensione altra, interiore, intima, che riporta all’interno di se e attraverso se stessi riconnette con l’Universo. C’è, in questo ampio tunnel scoperto, una straordinaria risonanza: il proprio respiro, il battito del cuore, l’emozione, si percepiscono amplificati e canalizzati. È un cammino misterico.

Come viene percepito il Rito dalla gente?

I visitatori sono moltissimi (10-15.000 persone) ed eterogenei. Ognuno di loro guarda il Rito con occhi diversi, ma abbiamo notato come il filo che seguono è sempre quello della Bellezza. Spesso non riescono  a trovare le parole per descrivere ciò che sentono, ma tutti dicono di essere stati “bene”, di aver provato una sensazione di grande leggerezza e non avere pensato a niente se non al “presente”. E noi allora sappiamo di avere raggiunto l’obiettivo, perché il “presente” è un dono.

Quale sarà secondo te il futuro del Rito?

Il Rito della Luce non ha un passato e neppure un futuro: conosce solo il presente. Accade, si manifesta, e lascia un segno, una traccia, un’impronta nell’anima e nel cuore. Il futuro del Rito della Luce vive attraverso tutti coloro che lo hanno vissuto, creato, sognato, in tutti i visitatori: è nel loro modo di vedere e di sentire, nelle loro azioni, nella poesia che ne scaturisce, finalmente riconosciuta.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: