Skip to content

Natale, Natura. La stessa radice.

25 dicembre 2016

vento1-620x350

Ci sono giorni pieni di vento.
Spettinati e scossi come alberi ci muoviamo.
Passi che non lasciano orme in un passato scritto. Virgole e punti che saltano.
E in quel vestito blu di damasco sul lago di ghiaccio, la dea danza all’inverno.
Alchimia di certezza che diventa speranza.
Arriverà di nuovo primavera e l’acqua dolce.
Perché nulla è perduto. Tutto sarà.

Miriam Ercolessi

Natale, Natura. Hanno la stessa radice.

Natale è dal punto di vista grammaticale un aggettivo oppure un sostantivo. È il giorno della Nascita.

Natura è soltanto un sostantivo, invece. Un nome comune di cosa femminile singolare.

deaNatale, come giorno, coincide col periodo del Solstizio d’Inverno, quando la Luce pian piano comincia a farsi strada e diventa sempre più forte: e questo non accade solo da un punto di vista astronomico. Accade anche dentro di noi, perché siamo – che lo vogliamo o no – parte della Terra, e anzi dell’Universo, che, lo dice anche la parola, va verso l’Unità. Noi ci sentiamo spezzettati, divisi dalla terra, invece no. Noi siamo la Terra, e il Cielo, e tutto ciò a cui abbiamo dato un nome illudendoci così che fosse diverso da noi, e perdendo di vista così quel bel vortice di unità che ci avvolge tutti come in un abbraccio.

Quindi a Natale qualcosa dentro di noi cede il passo a qualcos’altro: l’oscurità cede il passo alla luce, e spesso ci sentiamo esausti per questo, anzi stremati, perché non si tratta di un passaggio indolore, perché in genere ci attacchiamo alle cose, e abbiamo difficoltà poi a lasciarle andare. Ma Natale è in inverno, cioè dopo che l’autunno ci ha mostrato come si fa a lasciare cadere le foglie, quelle più belle, con certi colori che sembra che il sole sia tramontato in ognuna. Io ogni anno le raccolgo e le guardo, sono tutte bellissime, non mi risolvo a lasciarle andare se non quando proprio seccano e si accartocciano. Quand’ero piccola le mettevo fra i libri, ed erano foglie tra i fogli, ma poi si accartocciavano i fogli, assorbendo l’umidità residua delle foglie, e ho lasciato perdere. Non mi piacevano, fra l’altro, le foglie secche a sottiletta, non avevano più corpo.foglieautunno

E così Natale per me – che non sono cattolica – è il giorno della rinascita, e coincide quasi col mio compleanno: e questo determina ogni anno una specie di “spleen” insostenibile. Tutto intorno a noi, nelle città, risplende di luci finte, sorrisi finti, doni finti.
Ma il cielo è limpidissimo, e risplende di luci vere, brillantissime; e la frutta secca è concentrata e intensa, e le belle giornate sono luminosissime, e questi doni sono veri.

Questo contrasto è sempre più difficile da reggere, per me, finché mi appare come contrasto.

Ma allora penso che Natura invece, questo nome comune di cosa, in effetti è un participio futuro.

Ci sono dentro tutti gli esseri che nasceranno: perciò Natura è la forza che genera.
In questa parola è nascosta la pace. C’è dentro proprio tutto: la Vita e la Morte, la Pace e la Guerra, la Notte e il Giorno. Non c’è niente che uno possa dire: questo non c’entra, perché in un modo o in un altro c’entra sempre.

Questa parola restituisce la pace perché riporta dentro: a qualcosa che misteriosamente, comunque vada, funziona. E allora ci si sente più leggeri, perché si lascia cadere questo sguardo che giudica separa distingue etichetta, questo sguardo che abbiamo sempre ma non siamo.

E tutto diventa Uno.

cristallo-di-ghiaccioBuon Natale con le poesie di Miriam Ercolessi che ho scoperto oggi grazie a un’amica che, guarda caso, si chiama Viviana

Ho visto quella stella.
Quella che non brilla.
Una stella che punge.
Un domino eterno di cadute.
Nessuna cura.
C’è solo da riconoscere lo stesso male.
Quello che fa scorrere dagli occhi sporchi, poesia.
Distante anni luce dalla speranza.
Ma tu lo chiami bisogno, io lo chiamo amore.

Miriam Ercolessi

E qui, in questo bellissimo video, si vede come Natale e Natura coincidano:

 

neve

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: